giovedì 29 novembre 2012 20 commenti

Lush: Il signore dei Granelli


Continuano le mie disavventure con Lush....

Oggi vi recensisco il Signore dei Granelli, definito come sapone scrub. Si tratta infatti di un sapone con all'interno porridge di avena dall'azione esfoliante.
La crema durante la doccia di dovrebbe sciogliere e detergere la pelle, mentre i granuli attuano uno scrub definito da loro delicato.

Partiamo da come si presenta.


Ad un primo sguardo il sapone sembra molto cremoso, la profumazione dolce è ottima,sembra cappuccino.
A contatto con l'acqua si scioglie e idrata leggermente la pelle, inoltre i granuli esfoliano lievemente la pelle; tuttavia però una volta che il primo strato di sapone si consuma rimarrà un ammasso di granuli, veri chicchi, che risultano alquanto aggressivi sulla pelle, quasi la graffia. Di certo per i miei canoni l'esfoliazione è tutta un'altra cosa.
Ecco come appare:


Inoltre questi chicchi ovviamente si staccano dal sapone, seminandosi nella doccia o vasca da bagno.

Usare dunque una saponetta composta praticamente solo da granuli non pulisce la pelle, nè tantomeno la idrata. Inoltre l'azione esfoliante è praticamente nulla, lontano dall'effetto dei classici scrub.

Ecco l'inci:

Acqua (Aqua), Olio di Colza; Olio di Cocco (Brassica napus; Cocos nucifera), Propylene Glycol, Granella di Avena da Porridge (Avena sativa), Succo Fresco di Arancia Biologica (Citrus aurantium dulcis), Diossido di Titanio (Titanium dioxide), Sodium Hydroxide, Sodium Lauryl Sulfate, Profumo (Parfum), Resina di Ladano (Cistus ladaniferus), Olio Essenziale di Arancia Dolce (Citrus aurantium dulcis), Glicerina Vegetale (Glycerine), Sale (Sodium chloride), EDTA, Tetrasodium Editronate, *Limonene. 


Il costo di questo prodotto è di 4.85€ per 100g di prodotto.

E' possibile acquistarlo nelle bottege Lush o sul loro e-commerce 

La mia storia con Lush continua ad avere alti e bassi, questo prodotto mi ha delusa, è bocciato su tutta li linea in quanto non ha nessun beneficio sulla mia pelle.

Aspetto di sapere la vostra opinione, se l'avete provato ditemi la vostra! 
lunedì 26 novembre 2012 12 commenti

L'Oreal: Super Liner Luminizer


Oggi vi recensisco un eyeliner liquido di L'Oreal, il Super Liner Luminizer nella versione Hazel Eyes, indicato dunque per esaltare i riflessi degli occhi nocciola.

Per quanto mi riguarda non ho la manualità necessaria per effettuare linee precise di eyeliner, nè tantomeno formare le famose codine all'esterno dell'occhio, complice anche il fatto di essere realmente miope.
Proprio per questo motivo non mi sono mai trovata bene con gli eyeliner con il pennellino, proprio perchè richiedono una certa esperienza.

Questo Super Liner si presenta con un applicatore in feltro flessibile, dalla forma abbastanza allungata. Prima di applicare il prodotto occorre agitare bene la confezione. La consistenza dell'eyeliner è liquida, per cui non crea grumi nè tantomeno linee disomogenee con buchi di colore.

Ecco l'applicatore:


La colorazione, Black Amethyst, è un nero/viola che una volta applicato perde un po l'intensità del colore.
Sulla palpebra risulta essere un nero/viola un pò spento.
La trovo una colorazione perfetta per incorniciare il viso senza risultare troppo pesante, per questo motivo lo ritengo un'eyeliner perfetto per il giorno. Se cercate un colore intenso per un trucco da sera o comunque carico questo non fa per voi perchè smorzerebbe i colori. Basta comunque effettuare una seconda passata per intensificare il colore.
Non ho notato inoltre che faccia risaltare i riflessi dei miei occhi.

Per quanto riguarda il tratto posso dirvi che è perfetto per chi vuole applicare linee fini all'attaccatura delle ciglia e non ha molta esperienza: basta infatti appoggiare il pennello nella sua lunghetta in modo parallelo alla palpebra e tirare verso l'esterno, la riga si forma da sola! Per poi inspessire la linea basta ripassare sopra con la punta del pennello; una precisazione sulla forma dell'applicatore: essendo una punta lievemente arrotondata non penso sia utile per tratti di precisione, come ad esempio un cat eyeliner. Come già accennato non sono un'esperta in questo campo, per cui non mi sono cimentata nell'impresa di creare linee particolarmente complicate.
Dalla mia esperienza tuttavia penso sia perfetto per creare linee fini e definite utilizzando di piatto l'applicatore.

Ecco come appare la colorazione e il tratto (tenete presente che ho calcato la mano per evidenziare i riflessi, il tratto e l'intesità della colorazione risultano amplificati rispetto alla realte applicazione)




Questo eyeliner per le mie esigenze è perfetto: mi facilita nella stesura di linee fini e dritte ed è un colore non troppo eccessivo per quando non voglio utilizzare il nero.
Se però cercate applicatori con punta fine ed intensi questo probabilmente non fa al caso vostro.

Altro lato negativo è il prezzo, eccessivo per essere un eyeliner L'Oreal, in quanto lo pagai ben 16,50€ da Acqua&Sapone; la colpa è in parte mia perchè sbadatamente non ho controllato il prezzo.Aggiungendo pochi euro in più avrei potuto prendere un eyeliner MUFE o Mac.

Non mi sento di bocciare in pieno questo eyeliner perchè lo sto sfruttando molto.
Nel valutare l'acquisto tenete presente che effetto desiderata da un eyeliner di questo tipo!

Voi li avete provati? Cosa ne pensate?


venerdì 23 novembre 2012 9 commenti

Givenchy: Le Prismissime - Visage



Givenchy è sempre stato un brand di profumeria che ha attirato la mia attenzione per la raffinatezza dei suoi packaging e per i suoi prodotti ricercati e di qualità. Essendo un luxury brand, i prezzi sono di fascia alta, per cui ho limitato i miei acquisti ad un paio di pezzi.

Un prodotto tanto bello da guardare quanto efficace è la cipria Le Prismissime, caratterizzata da 9 cialde dal finish Mat & Glow, che permettono di ottenere un look opaco ma luminoso.


La colorazione che ho scelto è la Natural Satin, indicata per pelli chiare. Le tre file centrali sono shimmer madreperlate mentre quelle esterne sono matte.
La prima caratteristica che si nota è la morbidezza e setosità delle polveri al tatto, questa particolare consistenza deriva dal procedimento di "atomizzazione delle particelle", ognuna di esse infatti ha egual dimensione e forma, e sono molto più piccole rispetto ad altri prodotti; tutto ciò permette di ottenere la consistenza impalpabile tipica di questa cipria.




I diversi toni di colore e di consistenza rendono questa palette molto versatile: le cialde centrali champagne e bronzo, data la loro alta pigmentazione, possono essere usate come ombretti o illuminante, mentre prelevate insieme ai colori matte rendono questo prodotto una cipria matificante ma molto luminosa. Personalmente prelevo le file esterne e le utilizzo nella zona T, mentre sul resto del viso uso le nove cialde mischiandole tra di loro.
Nonostante i colori luminosi siano molto intensi non creano un'effetto artificiale o troppo shimmer, donando una luminosità molto naturale; badate comunque a prelevare una quantità di prodotti perlato non eccessiva.

L'effetto opacizzante è notevole, nonostante non sia al livello di ciprie composte di sola silica come la Hollywood di Neve Cosmetics; data l'altissima qualità della polvere non crea spessori sul volto, risultando invisibile.




Da menzionare il packaging: all'esterno presenta le quattro G tipiche del brand, all'interno contiene un pratico specchietto. Con l'apertura Clap&Side si fa scorrere la parte inferiore della confezione in cui è presente un pennello tagliato a sezione orizzontale, perfetto per prelevare le cialde di ogni singola riga. Nonostante non sia pratico da usare come pennello da cipria su tutto il viso, è comunque utile per i ritocchi.


Ecco come appaiono le diverse cialde:

sx: fila centrale - dx: file esterne

La mia opinione di questa cipria è senz'altro positiva, anche se non mancano i difetti! Prima di tutto per l'eccessiva polverosità delle cialde, sopratutto se si preleva il prodotto con un pennello a setole rigide; inoltre, utilizzandola da diversi mesi, ho notato che più che cialde si scavano, più è difficile prelevare il prodotto nel suo insieme, proprio perchè posizionate in compartimenti separati.
Ultima difficoltà riscontrata è che trovo difficoltoso prelevare le file matte con un pennello ampio senza prendere anche quelle shimmer: sicuramente in questo caso l'estetica ha prevalso sulla praticità di utilizzo.

Ovviamente il prezzo è elevato, personalmente l'ho pagata 42.50€ da Sephora ( ho però usufruito del 20% si sconto per ammortizzare la spesa).

Se cercate una cipria qualitativamente valida di un brand prestigioso questa fa sicuramente al caso vostro!

Cosa ne pensate? Personalmente questo acquisto non si ripeterà in modo costante nel tempo, in quanto esistono ciprie altrettando valide meno dispendiose; tuttavia, non la penalizzo per il prezzo, è decisamente valida!
giovedì 22 novembre 2012 13 commenti

The Body Shop: Tea Tree Pore Minimiser


Chi segue il mio blog da un pò di tempo conosce bene la mia battaglia contro i pori dilatati; questa particolare condizione della pelle è molto difficile da risolvere, sopratutto a lungo termine. Per renderli meno visibili è necessario tenere ben pulita la zona (in modo che appaiano meno grandi) e utilizzare sieri e trattamenti che tendano ad esfoliare la pelle e a chiudere i pori.
Uno strumento che ci viene incontro è sicuramente un buon primer siliconico che minimizzi i pori.

Della stessa categoria, ma con caratteristiche aggiuntive, è il Tea Tree Pore Minimiser di The Body Shop. Questo primer contiene al proprio interno il Tea Tree, noto per l'azione purificante e disinfettante. Promette di limitare la visibilità dei pori in 4 settimane e di opacizzare il viso per tutta la giornata.

Si presenta con una consistenza tra il gel e il cremoso, si stende con facilità e si assorbe facilmente; se siete solite utilizzare primer siliconici, ho notato che con questo prodotto si ha una sensazione di pelle liscia minore rispetto ad altri suoi simili, in quanto sembra assorbirsi come una crema.

Durante l'applicazione si nota prima di tutto una profumazione abbastanza pungente tipica del Tea Tree che può piacere o meno; inoltre si avverte una sensazione di freschezza molto piacevole.





Per quanto riguarda gli effetti sul mio viso posso dire che non ho notato miglioramenti immediati nella diminuzione dei pori (il migliore a mio avviso è il Poreprofessional di Benefit) mentre a lungo termini noto un lieve miglioramento, anche se non imputabile direttamente a questo prodotto.
Il gran pregio di questo primer a mio avviso sono due combinazione di effetti: da un lato infatti opacizza bene il viso per tutta la giornata e dall'altro aiuta a disinfiammare piccoli brufoletti o rossori.
La mia intenzione non è quella di far passare questo prodotto come "curativo" in quanto rimane sempre un primer; tuttavia tra tutti quelli che ho provato trovo che sia utile per le pelli problematiche.
In generale vi consiglio moltissimo l'utilizzo dell'olio Tea Tree per asciugare le imperfezioni, oltre ovviamente ad altre mille proprietà.

Ecco come si presenta:




L'inci ovviamente non è verde, contiene siliconi, talco e alcol denaturato.

Aqua/Water/Eau (Solvent/Diluent), Glycerin (Humectant), Alcohol Denat. (Solvent/Diluent), Silica (Absorbent), Caprylic/Capric Triglyceride (Emollient), Isododecane (Solvent), Talc (Absorbent/Bulking Agent), Pentylene Glycol (Solvent), Sodium Polyacrylate (Film Former/Viscosity Increasing Agent), Glyceryl Stearate (Emulsifier), PEG-100 Stearate (Surfactant), Dimethicone/Bis-Isobutyl PPG-20 Crosspolymer (Skin-Conditioning Agent), Bertholletia Excelsa Seed Oil (Emollient), Caprylyl Glycol (Skin Conditioning Agent), Glyceryl Stearate Citrate (Skin-Conditioning Agent), Phenoxyethanol (Preservative), Melaleuca Alternifolia Leaf Oil/Melaleuca Alternifolia (Tea Tree) Leaf Oil (Natural Additive), Calophyllum Inophyllum Seed Oil (Skin Conditioning Agent), Xanthan Gum (Viscosity Modifier), Epilobium Fleischeri Extract (Skin-Conditioning Agent), Disodium EDTA (Chelating Agent), Limonene (Fragrance Ingredient), Potassium Sorbate (Preservative), Citric Acid (pH Adjuster), Citral (Fragrance Ingredient), Leptospermum Petersonii Oil (Fragrance Ingredient), Tocopherol (Antioxidant).

Mi farebbe molto piacere se qualche ragazza esperta di inci potessi dirmi se effettivamente ha ingredienti veramente migliori rispetto ad altri primer.

La linea al Tea Tree è molto vasta, passando dal detergente viso alle creme giorno.
Il costo di questo siero è di 14€ per 30ml, è il pezzo più caro della collezione.

In generale è un primer che utilizzo con piacere quando voglio un'azione opacizzante; anche se probabilmente è solo un'impressione, mi da l'idea di essere meno nocivo rispetto ad altri suoi simili o per lo meno l'azione del tea tree oil è effettiva!


Voi cosa ne pensate?  Primer utile o specchietto delle allodole?




Disclaimer: Questo primer mi è stato inviato da The Body Shop a scopo valutativo.
Non sono stata pagata per scrivere questa review, l'opinione espressa è strettamente personale.    
mercoledì 21 novembre 2012 7 commenti

OrganicLand: TeaTree Oil Shampoo


Il mio shampoo preferito del momento è il TeaTree Oil Shampoo di OrganicLand, brand che tratta prodotti con ingredienti naturali privi di SLS, SLES, coloranti artificiali e oli minerali; la loro mission è quella di unire la qualità del prodotto ad un'esperienza sensoriale per il consumatore, regalando momenti di relax.

La prima sensazione che si nota è infatti l'intensa profumazione di questo shampoo, fresca e mentolata, un vero sollievo per la cute e lo spirito nelle giornate calde.

Lo shampoo si presenta con una consistenza quasi oleosa che tuttavia agisce in modo efficace sui capelli, pulendoli a fondo senza irritare minimamente la cute. Questo prodotto, essendo al tea tree oil, ha funzione antisettica, seboequilibrante e antiforfora, è adatto per lavaggi frequenti, oltre ad ed essere un coadiuvante anticaduta. Contiente tea tree, pino mugo e menta.



Mi piace moltissimo perchè lascia una sensazione freschissima, pulisce a fondo il capello in modo delicato: la mia cute infatti mal sopporta prodotti troppo sgrassanti o aggressivi.
Ho notato che i capelli durano circa un giorno in più puliti rispetto al solito, un vero evento per me!

Personalmente tendo ad alternarlo con altri shampoo in modo da non far abituare il capello, ma sono veramente soddisfatta del risultato che ottengo con un prodotto senza ingredienti nocivi.

Ecco l'inci:



Un piccolo difetto che ho riscontrato è che la profumazione, soprattutto appena aperto, è talmente forte che vi consiglio di tenere gli occhi chiusi, altrimenti potrebbero bruciare un pò.

Il prezzo di questo shampoo è abbastanza elevato, circa 10€ nelle profumerie LaGardenia. Il costo non è indifferente, tuttavia vi durerà diversi mesi.

La gamma di OrganicLand non è completa a mio avviso, ad esempio manca il balsamo per completare la detersione del capello. Ci sono comunque burri corpo, shower gel, saponette e burricacao.

Se siete interessate a saperne di più vi lascio il link del sito italiano.


Sicuramente ricomprerò questo shampoo perchè è adatto ad una cute tendente al grasso e sensibile, magari proverò anche le altre varianti all'olio di Argan e alla fragola!


Conosce la OrganicLand? Se si aspetto il vostro feedback!
lunedì 19 novembre 2012 14 commenti

Pupa: Made to Last Eyes


La gamma di matite Pupa quest'estate si è allargata: oltre alle Multiplay si sono aggiunte le Made To Last per occhi e labbra.
Oggi vi recensisco la matita occhi Made to Last n° 600, un grigio antracite con microglitter al suo interno.

Sono matite automatiche dotate di un temperino al suo interno per rendere la mina appuntita dopo l'utilizzo, dall'estremità opposta è inoltre presente uno sfumino in gomma.

La mina ha un tratto intenso e pigmentato, va sfumata velocemente perchè una volta fissata non si smuove più, è dunque veramente waterproof.
Per ottenere un tratto preciso e fino è necessario temperare la mina, anche se questo provoca uno spreco di prodotto.




Il colore è un grigio scuro molto brillante grazie alla presenza di iridenscenze e glitter argentati e azzurri.
Non occorre esercitare una pressione particolare per rendere scrivente il tratto, che risulta omogeneo con una sola passata.

Ecco lo swatch:



Il prodotto è altamente valido per la sua durata e pigmentazione, tuttavia il packaging mi ha un pò deluso: la parte opposta alla mina tendeva a staccarsi ogni volta che utilizzavo la matita,oltre al fatto che il tappo che copra lo sfumino si è rotto subito. Inoltre vi sconsiglio di portarla in giro perchè la mina si può spezzare, come è successo a me.

Il prezzo di questa matita è abbastanza elevato, il prezzo consigliato è di 13,50€, anche se si trovano ad un prezzo ridotto in certe profumerie. Le colorazioni disponibili sono 12.
Per maggiori informazioni vi rimando al sito di Pupa Milano


Sono matite occhi qualitativamente parlando ottime; tuttavia sono rimasta un pò delusa dal packaging poco solido.

Voi le avete provate? A me ispirano anche quelle labbra, mi trattengo perchè non le utilizzo quotidianamente!
venerdì 16 novembre 2012 10 commenti

Deborah: Rossetto Shine Creator



Ogni casa cosmetica, sopratutto nel periodo estivo, esce con collezioni di rossetti sheer, colorati e confortevoli.
Deborah Milano ha optato per la linea Shine Creator, 14 colorazioni di rossetti che combinano tre azioni: l'idratazione di un burrocacao, la lucentezza di un lucidalabbra e la confortevolezza di un rossetto.

Questi lipstick sono dotati di spf 15, contengono olio di melograno, ricco di sostanza anti-ossidanti, Omega-5, utile contro i radicali liberi, vitamina A ed E.

Il packaging risulta bombato ai lati, decisamente poco minimal. La forma stilo del rossetto permette un'applicazione facile senza perdere di precisione, si possono effettuare ritocchi anche senza specchio (salvo per i colori più impegnativi).




La colorazione scelta è la 07, Shining Cyclamen, è un bellissimo rosa ciclamino tendente al fucsia dall'intensità modulabile.
E' il tipico rossetto sheer: finish molto lucido e colore comunque ben visibile. Già dalla prima passata otterrete una copertura omogenea, di un bel rosa acceso; continuando a stratificare le labbra assumono un bellissimo colore fucsia, non si crea troppo spessore e non sbava.
Sulle labbra risulta confortevole e abbastanza idratante, anche se ovviamente non sostituisce prodotti curativi.

La durata è nella media per la tipologia di prodotto, se bevete o mangiate occorrerà riapplicare il rossetto (come già accennato i ritocchi sono veloci da fare, anche senza specchietto). Una nota positiva è che una volta che il lucido scompare, le labbra rimangono lievemente pigmentate.

Ecco come appare:




La foto con il prodotto applicato sulle labbra -come al solito- risulta sfalsata: nella realtà il colore è più acceso.

In generale sono rimasta soddisfatta, per il periodo estivo è stato perfetto da applicare durante la giornata, il colore ravviva il look senza essere eccessivo.
Le colorazioni disponibili soddisfano ogni esigenza, spaziano infatti dai nude ai plum.

Il prezzo consigliato sul sito Deborah Milano è di 11€, personalmente l'ho acquistato a circa 9€.

Esistono tipologie di rossetto simili di moltissimi brand, gli Shine Creatore ve li consiglio perchè sono abbastanza duraturi e donano un bellissimo effetto glossato, senza che la colorazione perda d'intensità!


Cosa ne pensate dei rossetti Sheer? Qual'è il vostro preferito?
mercoledì 14 novembre 2012 22 commenti

Too Faced: Eye do it all - Shadow Brush



Oggi vi recensisco un kit composto da tre pennelli per occhi di Too Faced, l'Eye Do It All, composto da un pennello per applicare l'ombretto, uno da sfumatura e un pennello da precisione.



Sono contenuti in un pratico astuccio tubolare, utile per essere riutizzato come portapennelli da viaggio.
Il manico di questi pennelli è molto solido, le setole (che a me sembrano artificiali, nonostante la scritta made whit luxurious teddy bear hair) permettono inoltre di prelevare bene le polveri o i prodotti in crema senza far cadere gli eccessi di prodotto.
Li ho lavati moltissime volte e non hanno cambiato forma nè hanno perso peli.
Sono morbidissimii e non irritano la palpebra.



Lo Smoker è un classico pennello a C per l'applicazione dell'ombretto; il fatto di essere molto corposo e compatto gli permette di prelevare benissimo le polveri senza farle cadere e di distribuirle bene sulla palpebra. Inoltre può essere utile per dare un iniziale accenno di sfumatura se utilizzato di punta.




Lo smudger è un pennello di ridotte dimensioni utile per sfumare la matita o applicare l'ombretto con precisione. E' a sezione piatta e permette di creare linee molto fini.



Il Blender è il classico pennello da sfumatura, ampio al centro e lievemente appuntito. E' adatto per applicare in modo ampio le polvere nella piega dell'occhio per poi sfumarle perfettamente.
A mio avviso ha la dimensione giusta se si cerca un blending brush di precisione, ma che comunque possa sfumare in modo più diffuso a seconda di quanta pressione si attua sulla palpebra.

Eccoli visti da vicino:




Questo kit costa 35,90 da Sephora. Il prezzo è piuttosto alto, tuttavia 11€ a pezzo è sicuramente minore di molti marchi, anche dello stessa Sephora.

Vi consiglio questi prodotti anche come regalo per chi vuole approcciarsi al mondo del makeup, sono di ottima qualità e bastano per creare un look completo.

Cosa ne pensate? Li avete visti nello stand Too Faced?
lunedì 12 novembre 2012 20 commenti

Urban Decay: Vice Palette



Urban Decay ci delizia periodicamente facendo uscire palette di ombretti destinate a diventare ossessione di molte donne.
Quando vidi per la prima volta la Vice devo ammettere che rimasi impressionata dalle colorazioni selezionate, intense e particolari.

Si presenta in un packaging più compatto rispetto alle palette uscite in passato, di un materiale quasi gommoso difficile da pulire; il tutto si impreziosisce dalle iniziali del brand incastonate e da un'apertura a scatto.
Sono presenti 20 cialde e un doppio pennello da ombretto e sfumatura.

Ecco come si presentano:



Partendo con una descrizione generale, la prima cosa che colpisce è la scelta di alcune colorazioni estrose e particolari come Chaos, Occupy e Blitz. I finish spaziano dai matte agli shimmer passando per ombretti su base matte con glitter.
Alcune cialde sono più pigmentate di altre, infatti il metodo di applicazione delle polveri incide molto sulla pigmentazione. Ci sono inoltre alcune cialde che al contatto con il pennello sembrano quasi cremosi e tendono a "sbriciolarsi".

Ecco le cialde recensite per fila:



Desperation è un marrone freddo semimatte perfertto per scurire la piega dell'occhio. E' pigmentato e non polveroso
Muse è un marrone caldo di media intensità dal finish shimmer. Consiglio di applicarlo con un pennello a sezione piatta per ottenere un colore pieno
Jagged è un verde oliva scuro con glitter dorati. Ha una consistenza granulosa, per cui consiglio di pressarlo bene. Preso con un pennello ampio risulta quasi impossibile da applicare.
Blitz è un oro senape luminosissimo, altamente pigmentato. Ha una consistenza molto cremosa, tanto che il pennello affonda nella cialda quando si preleva il prodotto.
Penny Lane è un bronzo aranciato chiaro shimmer.

Ecco gli swatch (Desperation è sfalsato, è il classico colore taupe mentre dalla foto vira molto al grigio)


Seconda fila:


Junkie è un verde bosco scuro con glitter dalla stesa consistenza di Jagged e Muse.
Chaos è un blu intenso matte setosissimo al tatto. La pigmentazione dipende moltissimo dal tipo di pennello utilizzato: per ottenere un colore pieno come la cialda vi consiglio un pennello di piccola dimensione a setole molto compatte, in modo da pressare bene la polvere. E' un colore che va sicuramente lavorato accuratamente, il risultato finale è tuttavia bellissimo.
Occupy è un grigio/blu con glitter.
Desperation è un verde acqua dal finish shimmer
Black Market è un nero non particolarmente intenso con glitter


La terza fila prevede:


Provocateur è un rosa molto luminoso con all'interno dei glitter. Come altre cialde ha una consistenza molto cremosa che penalizza tuttavia l'intensità di colore alla prima applicazione. E' molto polveroso e occorre stratificare il colore.
Rapture è un rosa malva dal finish satinato
Vice è un viola satinato di buona pigmentazione
Noise è un rosa ciclamino con glitter molto visibili all'interno. La sua pigmentazione è deludente se la si applica con un pennello a setole morbide e ampie
Armor è un platino glitterato dal sottotono freddo

Ecco l'ultima fila di cialde:


Nevermind è un marroncino caldo molto luminoso, anch'esso cremoso al tatto
Echo Beach è un color sabbia shimmer
Anonymous è un color panna totalmente matte utilissimo per creare punti luce discreti
Freebird è un rosa shimmer con riflessi oro.
Laced è un marroncino chiarissimo matte.



Ecco gli swatch nell'insieme:


In linea di massima trovo che la qualità di alcune cialde sia inferiore rispetto ad altre palette, una fra tutte la Naked, sia in termini di resa che si polverosità.
Rimangono comunque colori molto particolari dalla qualità alta, anche se vanno gestiti con attenzione; in mani meno esperte potrebbero non dare il meglio.
Le colorazioni sono inedite, o per lo meno non ci sono doppioni in edizioni recenti; se si guarda più attentamente si possono vedere somiglianze, in alcuni casi sembra che abbiano cambiato solo in nome.

Per la scelta di colorazioni a mio avviso Anonymous e Laced sono troppo simili, al posto di quest'ultimo avrei preferito un colore di qualche tono piu scuro, sempre matte.
Gli altri colori sono tutti bellissimi e versatili, si possono creare combinazioni particolari e sempre nuove.

Il pennello è composto da setole sintetiche, una parte è utle per l'applicazione dell'ombretto sulla palpebra mentre l'altro è per sfumature di precisione.

Per la lista di tutti gli ingredienti vi rimando al sito ufficiale di Urban Decay.

Questa palette costa 45.90€ da Sephora (dai primi di Novembre è disponibilie anche online).


Nonostante io promuova questa palette ho cercato di essere particolarmente critica nella mia recensione proprio perchè ero di parte (essendomeno innanorata alla prima vista); tenete intatti presente che alcune cialde sono particolarmente polverose e che occorre avere qualche accortezza in più nell'applicazione per rendere alcuni colori intensi.

Detto ciò la sto usando tutti i giorni da più di un mese e sono soddisfatta!
Voi cosa ne pensate della Vice? E' uno specchio per le allodole oppure è un buon acquisto?


sabato 10 novembre 2012 17 commenti

Essence: Breaking Dawn Limited Edition


Una delle ultime collezioni di Essence è la Breaking Dawn part.2, che prende ispirazione all'ultimo film in uscita il 14 novembre della saga di Twilight.

Il filo conduttore della collezione è il tema vampiresco con tonalità scure, rossi sangue e pigmenti intensi e glitterati. C'erano vari pezzi forte della collezione come il blush e l'illuminante, tuttavia sono decisamente sostituibili.

L'unico prodotto che ho voluto provare è Alice had a vision-again, un  lipgloss prugna scuro con glitter colorati che segue il trend del periodo.




Il prodotto ha una coprenza molto lieve, risultando translucido sulle labbra; a seconda della quantità di prodotti applicata si può ottenere un risultato trasparente oppure lievemente più scuro. Il gloss risulta confortevole sulle labbra, ha una profumazione fruttata,  i glitter non sono visibili una volta indossati.

Per ottenere una lieve parvenza scura occorre mettere una quantitativo di prodotto elevato, che può comportare un'eccessivo spessore sulle labbra. Il colore tuttavia non è esaltante, in quanto vira verso il grigio.

Può essere usato sopra un rossetto scuro o una matita color prugna per intensificare il colore.

L'applicatore è schiacciato al centro, non lo trovo comodo in quanto sulle punte si crea un eccesso di prodotto che può contribuire a far sbordare il lucido.



Lo swatch non rende molto, colpa anche la pessima condizione della luce durante lo scatto. Prometto che migliorerò!




Se vi siete perse questa collezione sulla pagina Facebook di Essence sono stati segnalati dei rifornimenti, specificando i punti vendita.

In definitiva se trovate questa collezione vi segnalo che questo gloss non è nulla di particolarmente originale, a patto che non vogliate avere una patina semitrasparente viola/grigio non vi consiglio questo prodotto!

Voi cos'avete preso della collezione? Vi è piaciuta?
giovedì 8 novembre 2012 10 commenti

Glossybox Ottobre 2012


Nell'occasione del primo compleanno di Glossybox ho voluto rinnovare il mio abbonamento, nella speranza di trovare qualcosa di succulento.

Le versioni della box questo mese sono state diverse, il pezzo clou a mio avviso è stata la palette di Becca, che con la mia solita sfortuna non è presente nel kit che ho ricevuto io.

Ecco il contenuto:

I prodotti sono:
- Occitane: Gel doccia alla Verbena 30ml
- Euphidra: Lip Gloss Perlato (full size)
- Cosmo: High performance (crema viso, contorno occhi e maschera da 7ml l'uno)
- Green Energy Organics: Acqua profumata roll-on
- China Glaze: Chocodisiac (full size)
- L'occitane: Campioncino Contentrè au Lait


A parte i soliti prodotti che non cambiano la vita come il bagnodoccia o il kit di creme antirughe (utili comunque per provare prodotti) sono stata contenta del gloss in quanto Euphidra è un brand farmaceutico rinomato e dello smalto China Glaze.

Insieme alla box è stata omaggiata una mascherina da notte






Le lamentele legate alla box sono principalmente legate al ritardo nell'invio, in quanto arriva sempre la prima settimana del mese successivo.
Ripeto la mia opinione rispetto al contenuto della box,  a mio avviso sindacabile fino ad un certo punto in quanto si paga il servizio (cioè ricevere prodotti a sorpresa) e non i singoli pezzi.

Sicuramente ogni mese ci sono prodotti che avremmo preferito non ricevere e altri di cui siamo contente, se si accetta questo il servizio vale i 14€.

Per quanto mi riguarda proseguo il mio abbonamento, e ogni mese valuterò se rinnovarlo o meno!

Voi cosa ne pensate della box? Se avete prodotti che vorreste leggere recensiti scrivetelo nei commenti!


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...