lunedì 11 maggio 2015 10 commenti

Benefit: The Porefessional Agent Zero Shine


Quando si parla di packaging, Benefit è sicuramente sul podio e ammetto che questa variabile incide molto sui miei acquisti.
Come già detto in passato, rimango spesso delusa dalla qualità dei prodotti Benefit per il loro rapporto qualità/prezzo.

Amando il primer, ho voluto provare la cipria Porefessional, Agent Zero Shine che promette di donare un effetto matificato con pori dilatati, il tutto con un finish invisibile.




Si presenta con una forma tubolare con tappo svitabile e, al fondo della confezione, un pennello kabuki estraibile. Nonostante non sia particolarmente ingombrante da portare in borsa, in realtà risulta scomodo in quanto serve un piano per appoggiare il tappo ed estrarre il pennello. 
Non la vedo dunque pratica come cipria da ritocco.




Per quanto riguarda le proprietà elencate sopra, ha un effetto opacizzante e minimizzante dei pori, ma non come dovrebbe.
A metà giornata infatti occorre necessariamente ritoccare il makeup, inoltre trovo crei un certo spessore sul viso, non è sicuramente un "invisible finish". Per chi l'ha provata, non è assolutamente paragonabile alla Primed&Poreless di Too Faced, in assoluto la mia preferita.


Ecco l'inci e la consistenza del prodotto:


Il costo di questo prodotto è di ben 33,50€ per 7 grammi in totale.
Non mi sento di sconsigliarla perchè è un prodotto valido, ma sicuramente per il prezzo è eccessivo.
Sono contenta di averla provata, ma sicuramente non ripeterò l'acquisto.

Voi l'avete provata? Cosa ne pensate di Benefit?
martedì 5 maggio 2015 2 commenti

Prodotti finiti: aprile 2015


Il mese di aprile non è stato molto proficuo per il mio piano di smaltimento prodotti. Sono pochi i pezzi in dirittura d'arrivo ma l'importante è usarli con costanza in modo da non lasciar niente a prendere polvere nel cassetto.

Ecco i finiti di aprile:

- Physician Formula: BB cream concealer
- Essence: crema viso idratante per pelli normali
- Pupa: mascara vamp rouge noir

I restanti che vedete nella fotografia sono quelli che mi prefiggerò di terminare nel mese di maggio.
 
- The Body shop: Tea Tree Oil primer 
- Clinique: take the day off balm
- Mac: Hush Cream Color Base
- John Master: Calendula Hydrating Mask
- Makeup Forever: Elisir HD
- Mac: Painterly Paint Pot

Voi cos'avete finito?
domenica 3 maggio 2015 7 commenti

OPI: Can't Leg Go NOTD

Gli smalti "sabbiati" non sono di certo una novità, spopolano infatti da anni negli stand di quasi tutti di brand cosmetici.
Uno dei primi marchi ad aver messo in circolazione questa tipologia di smalto è OPI, con la linea liquid sand.

Si tratta di smalti che, una volta asciutti, hanno un finish quasi "granuloso", con molti glitter e perlescenze, insomma un effetto sabbiato.


La colorazione che ho scelto è Can't Let Go, un viola con glitter di diverse dimensioni e colorazioni che una volta asciugato appare quasi opaco, anche se si applica sopra un top coat.

Il pennello tipico degli smalti OPI permette un'applicazione omogenea, decisamente facilitata.

Comprai questo smalto diversi mesi fa e, ad oggi, ho trovato che la consistenza si è leggermente addensata, con il risultato che impiega più tempo ad asciugari. Addirittura l'imbattibile Seche Vite ha fallito nel tentare di farlo asciugare prima.

Ecco come appare:

Sebbene il risultato finale sia veramente bello (ovviamente particolare, potrebbe non piacere a tutti), mi ritrovo ad usarlo poco in quanto risulta difficile da togliere, come d'altro canto succede a tutti gli smalti glitterati.

Trovate alternative di smalti sabbiati anche in brand più economici, per cui vi consiglio di provarli almeno una volta.

Per quanto mi riguarda, non penso ricomprerò altri smalti di questa tipologia in quanto non è tra le mie preferite.

Voi li avete provati?
domenica 26 aprile 2015 9 commenti

Hourglass: Ambient Lighting Blush


Quando seppi che Hourglass era finalmente venduto in Italia, feci dell'andare a Milano alla Sephora nel palazzo di Brian & Berry - unico rivenditore italiano del brand - una vera missione da portare a termine.
Lo stand è una vero piacere per gli occhi: packaging semplice ed allo stesso tempo ricercato, trame di ciprie e blush marmorizzate, tutto da provare.

Mi sono lasciata attrarre dall'Ambient Lighting Blush nel colore Mood Exposure, un color malva con trame più chiare satinate.



La caratteristica che mi piace di più è il fatto che non ci siano glitter o brillantini, seppur il risultato finale sia molto luminoso. Il prodotto è molto modulabile, risulta infatti facile stendere una quantità di prodotto eccessiva a causa dell'alta pigmentazione ma, allo stesso tempo, questo blush si sfuma perfettamente, per cui l'applicazione è facilitata.
Sebbene sul mio viso i blush durino veramente poco perchè mi tocco spesso il viso, ho trovato la durata più alta della media.
Il finish, come già accennato, è luminoso senza glitter, per nulla eccessivo.


Per chi fosse interessata, ecco l'inci:


Ecco il prodotto applicato sulla mano. Mood Exposure è un colore molto naturale, sebbene risulti ben visibile sul viso, adatto anche alle carnagioni più chiare.


Un acquisto sicuramente riuscito, seppur il prezzo di 30€ sia di fascia medio-alta.
Purtroppo in Italia si trova solamente in un punto Sephora a Milano, in via Durini. Tuttavia, è facilmente acquistale su siti inglese o americani.

Cosa ne pensate di questo brand? Vorreste una distribuzione più diffusa?
venerdì 10 aprile 2015 6 commenti

Prodotti finiti: febbraio/marzo 2015

In questi mesi sono stata particolarmente latitante sul blog, nemmeno il post con i prodotti finiti di febbraio ho pubblicato!
La carrellata che vedete quindi racchiude 60 giorni di prodotti portati al termine, alcuni dei quali ormai veterani, come lo shampoo secco di Lush, da anni presente nel mio beauty!
Iniziamo subito!

- L'Oréal: Eau de teint
- Mavala*: Mavapen per cuticol. Trovato in una glossybox (addirittura la versione maschile), non ha mai fatto un grande lavoro in quanto non rilasciava abbastanza prodotto. Un utilizzo quotidiano tuttavia avrebbe portato maggiori risultati.
- Essence: Princess Lash mascara. Un mascara ottimo, incurvante e volumizzante, senza creare grumi.
- Urban Decay: Curving Mascara. Purtroppo si è seccato, era contenuto in un kit di UD.
- Lavera: Raspberry Lip Balm
- Herborist: t'ai chi mask (parte nera)
- Versace Versus profumo
- Too Faced: Primed&Poreless
- L'Oreal: Fit Me powder. Una cipria colorata senza troppe pretese, l'effetto sul viso non era dei più naturali ma nemmeno troppo polveroso. Opacizzava il viso per qualche ora, ma a metà giornata andava ritoccata.
- Essence: lashes go wild
- Eyes of horus*: liquid define eyeliner. Eyeliner in penna scrivente e di un nero intenso.
- Issey Miyake: pleat plats
- La saponaria :tea tree oil

Ecco invece i miei obiettivi da finire per il mese di aprile:


- Mac: Hush Cream Color Base
- John Master: Calendula Hydrating Mask
- Makeup Forever: Elisir HD
- Mac: Painterly Paint Pot
- Physician Formula: BB cream concealer
- Clinique: take the day off balm
- Essence: crema viso idratante per pelli normali
- The Body shop: Tea Tree Oil primer

 Alla prossima!

 *Prodotti inviati a scopo valutativo
domenica 29 marzo 2015 9 commenti

Cosmoprof 2015: i miei acquisti e la mia esperienza


Il Cosmoprof è l'appuntamento a cui ogni amante della cosmesi che si rispetti partecipa. Sono stata per la seconda volta in fiera il venerdì e il sabato, curiosa di scoprire tutte le novità del mondo beauty e non solo.

Armata di trolley e scarpe comode, ho avuto modo di visitare quasi tutti i padiglioni e ho scoperto moltissimi prodotti interessanti. Rispetto a due anni fa non è cambiato molto, lo stand di Make up Forever è sempre assediato con interminali mezz'ore di coda (anche se ho notato che c'è meno ressa al suo interno in quanto fanno entrare a gruppi).
Grande attesa per quanto mi riguarda per l'Extraordinary gallery (mi aspettavo leggermente di più a livello visivo, è un piccolo corridoio con stand molto piccoli) per Eve Pearl, Human+Kind e Arangara.
Anche Zoeva mi ha incuriosita, finalmente ho potuto toccare con mano i loro fatidici pennelli!

Di seguito vi propongo una carrellata con tutti i miei acquisti, ovviamente fatemi sapere cosa ne pensate e se c'è qualche prodotto in particolare di cui vorreste vedere la recensione prima!

Attratta dai prezzi promozionaliì, ho curiosato allo stand Nashi e ho provato lo shampoo ed la maschera-trattamento di cui tutte parlano.


BB Cream Italia è una tappa obbligatoria, anche se i prezzi non erano dei più scontati.
Ho provato la versione naturale della maschera purificante e lo shampoo all'aglio (ovviamente inodore) dalle proprietà rinforzanti e anticaduta.


Dal mondo delle unghie non mi sono lasciata sfuggire lo stand di Clarissa Nails, dove ho approfittato della promozione 3x2, oltre all'acquisto del mio ormai indispensabile Seche Vite (prezzo lievitato negli ultimi anni).


Nello stesso padiglione Paola P mi ha incantata, grazie alle truccatrici che mi hanno fatto provare le ultime novità. Ho preso la cipria compatta HD, una tinta kiss4kiss e un rossetto.






Altra piacevole riscoperta è lo stand di So.. frangrance, una vasta gamma di profumi e prodotti per il corpo coloratissimi e dalle profumazioni più svariate. 
In vendita da Mariannoud e Douglas.



Ecco altre fotografie di prodotti, tra acquisti e omaggi!

Lavera
Amika
Eve Pearl
Faby

In definitiva questa esperienza mi è piaciuta, anche se estremamente stancante, sopratutto se andate da sole!
Sicuramente il prossimo anno sfrutterò il deposito bagagli (di cui ho scoperto la sua esistenza quando stavo lasciando la fiera).

Voi siete andate al Cosmoprof? Vi è piaciuta come esperienza?
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...