mercoledì 12 dicembre 2012 6 commenti

Youngblood: Sherbet Mineral Blush



Oggi parliamo di un brand californiano approdato in Italia da pochi mesi, Youngblood.
Nasce nel '96 da Pauline Youngblood, un estetista paramedico che ha voluto creare una linea minerale coprente ma rispettosa della pelle.
I prodotti di questo brand non contengono talco, coloranti o parabeni, non sono comedogenici, sono cruelty free e vegani.
Youngblood tratta prodotti che si posizionano nell'alta profumeria, per cui ha prezzi decisamente diversi rispetto ai marchi minerali che siamo solite conoscere.


Nello specifico vi parlo dello Sherbet, un blush minerale in polvere libera di un rosa chiaro ma vivace dal sottotono pescato con all'interno molti brillantini dorati.
Se mi conoscete sapete che non amo avere glitter sul viso, tuttavia questo prodotto riesco a portarlo senza problemi.
Il colore è modulabile a seconda della quantità di prodotto che prelevate, il colore è ben visibile e luminoso; se il pennello è saturo di prodotto i glitter si notano molto, personalmente tendo a sbatterlo bene  in modo da eliminare l'eccesso di brillantini, in questo modo l'effetto è luminoso ma non eccessivo.
Un fattore soprendente per un prodotto minerale è la durata, veramente ottima.



Ecco come si presenta:




Come vedete la colorazione è chiara, tuttavia ben visibile una volta applicato. Non lo consiglierei per pelli molto scure.

Una menzione va al packaging in quanto tra il tappo e il sifter non c'è alcun spazio una volta chiusa la confezione, per cui il rischio di spargimento delle polveri è praticamente nullo.

Mi ha lasciata invece perplessa l'inci, in quanto presente il dimethicone.

Mica (CI 77019), Zinc Stearate, Oryza Sativa (Rice) Starch, Kaolin, Dimethicone. May Contain: Bismuth Oxychloride (CI 77163), Iron Oxides (CI 77491, CI 77492, CI 77499), Ultramarines (CI 77007), Manganese Violet (CI 77742), Carmine (CI 75470), Titanium Dioxide (CI 77891).



Il costo di questo blush è di 23€ acquistabile all'Excelsior di Milano.

Ho avuto modo di provare altri prodotti di Younblood e nonostante non sia il loro prodotto di punta a mio avviso, è risultato essere un buon blush che mi ha stupita per la sua durata.
Spero che la distribuzione diventi più capillare, un solo punto vendita in Italia è riduttivo.

Sono rimasta piacevolmente stupita dal brand, anche se alcuni pezzi sono al di fuori della mia portata!
Cosa ne pensate?


Disclaimer: Questo prodotto mi è stato inviato a scopo valutativo.
Non sono stata pagata per scrivere questa review, l''opinione espressa è strettamente personale.

6 commenti:

Hermosa ha detto...
Io non sono una talebana dell'INCI e nemmeno detesto il silicone...però, come noti anche tu, chiamare minerale un prodotto che contiene dimethicone non mi sembra corretto. Peccato.
12 dicembre 2012 13:52
elisa ha detto...
@hermosa concordo! Ora vado a vedere per scrupolo se c'è anche nel fondo che sto provando!
12 dicembre 2012 17:32
Elena ha detto...
mi sembra di aver sentito parlare di questo marchio da Cliomakeup...i fondi minerali dovrebbero essere ottimi a quanto dice lei!
13 dicembre 2012 08:46
sally.brown ha detto...
Mi piace il colore, probabilmente starebbe bene con la mia pelle, ma se avessi comprato un blush minerale per poi trovarmi siliconi nell'inci... Vabbè che non è la prima marca che propone prodotti finti minerali (Clarins, Bare Minerals) però lo trovo un comportamento deplorevole da parte del brand.
13 dicembre 2012 11:01
elisa ha detto...
@elena il fondo lo sto provando, però è un colore lievemente piu scuro quindi lo provero piu avanti!

@sallybrown si ci sono rimasta un po male!
13 dicembre 2012 13:07
Robiwan ha detto...
23€ per un fondo finto minerale mi sembrano un pò tantini O__o
13 dicembre 2012 16:59

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...